BCE conferma i tassi, ma esclude nuovi tagli


, in Regimi fiscali
9 giugno 2017 0 commenti

  La Bce ha confermato i tassi di riferimento, lasciando a zero quello principale e negativo quello sui depositi. Ma […]

 

La Bce ha confermato i tassi di riferimento, lasciando a zero quello principale e negativo quello sui depositi. Ma ha escluso la possibilità di tagliare i tassi, portando quindi anche quello principale in negativo. Nel comunicato seguito alla riunione del consiglio che ha mantenuto invariati i tassi, spariscono le parole “più bassi” che ultimamente avevano accompagnato la frase sulle previsioni. Francoforte scrive nel comunicato che “prevede di mantenere i livelli dei tassi di interesse al livello attuale per un periodo prolungato e anche oltre l’orizzonte temporale del Quantitative Easing“.

Confermato il Quantitative Easing fino a dicembre

La Bce conferma il Quantitative Easing a quello attuale pari a 60 miliardi di euro al mese di acquisti netti di attività, fino alla fine di dicembre 2017. Oppure, viene detto, “anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell’evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione“. Questo è quanto si legge nel comunicato emesso dopo la decisione di mantenere invariati i tassi. Francoforte continua: “Contestualmente agli acquisti netti, sarà reinvestito il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del programma di acquisto di attività. Se le prospettive saranno meno favorevoli o se le condizioni finanziarie risulteranno incoerenti con ulteriori progressi verso un aggiustamento durevole del profilo dell’inflazione, il Consiglio direttivo è pronto a incrementare il programma in termini di entità e/o durata“.

[fonte: ansa.it]



Tags: , , , ,